Parole dure da lei: la mia migliore amica

CERCAVO COMPRENSIONE E INVECE LA MIA AMICA MI HA FERITO

Martina, 35 anni
Cara Cristina, la scorsa settimana sono andata a fare una passeggiata al parco con la mia migliore amica che non vedevo da mesi. Le ho raccontato di quanto io sia stanca e di come faccia fatica a gestire mio figlio di 5 anni, il lavoro, la casa e il rapporto con mio marito. Mi sono sfogata per bene e ho anche pianto, ha visto forse per la prima volta la parte più debole di me, fragile e insicura. Lei mi ha lasciata parlare, alla fine mi ha guardata dritta negli occhi e in modo molto serio e severo mi ha detto che è inutile piangermi addosso, che devo reagire, che ho un marito splendido che può aiutarmi e insomma, niente pacca sulle spalle. E’ come se le avesse dato fastidio il mio malessere. Non abbiamo litigato ma sono tornata a casa con un senso di inadeguatezza, di sconforto profondo. A mente lucida ho pensato che forse è invidiosa della mia vita: lei ha la mia stessa età, si è separata da poco, ha due figlie piccole e lavora su turni in ospedale.  Cosa ne pensi?

Carissima Martina,
sei proprio sicura che la tua amica sia gelosa di te? Non pensi invece che ti vuole così bene che le ha fatto male vederti piangere? La severità che tu hai letto nelle sue parole probabilmente è preoccupazione. Lei vorrebbe vederti felice e questo è il suo modo di dimostrartelo. Non giudicarla male e prendi coscienza del fatto che anche lei sta affrontando le sue battaglie quotidiane con l’ ex marito, le figlie e il lavoro. Fatevi forza a vicenda. L’altro giorno le hai chiesto come sta? Forse hai parlato solo tu e lei si è ritrovata con una migliore amica sconsolata e nessuno con cui parlare dei suoi problemi. Pensaci. Poi chiamala e a turno, pensate alle scelte migliori per proseguire la vostra vita e la vostra amicizia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra Newsletter

Clicca QUI
X